Dal 1 luglio 2020 nuovi livelli reddituali per l’assegno per il nucleo familiare

I nuovi importi sono corrisposti a far data dal 1.7.2020 a seguito di presentazione della domanda da parte degli interessati.

0
26
Visualizzazioni

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che con la circolare n. 60 del 21.5.2020, l’INPS ha comunicato i livelli reddituali cui fare riferimento, per il periodo dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021, ai fini della corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare alle diverse tipologie di nuclei. Il DL 69/88 (conv. L. 153/88) dispone, infatti, che i livelli di reddito familiare per la corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare debbano essere rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ciascun anno, in misura pari alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, intervenuta tra l’anno di riferimento dei redditi per l’erogazione dell’assegno e quello precedente. La variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo tra il 2018 e il 2019, in base ai calcoli effettuati dall’ISTAT, è risultata pari allo 0,5% e, in relazione a ciò, l’Istituto di previdenza ha allegato alla circolare in esame le tabelle contenenti i nuovi livelli reddituali, nonché i corrispondenti importi mensili della prestazione. Gli stessi livelli di reddito – precisa l’INPS – avranno validità anche per la determinazione degli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali. I nuovi importi sono corrisposti dal 1.7.2020 a seguito presentazione della domanda da parte degli interessati. Di seguito si riepiloga brevemente la normativa e gli adempimenti previsti.

Le novità non si esauriscono in quelle appena citate ma se ne riscontrano altre innumerevoli di cui daremo notizia all’interno della Circolare in allegato.

Download Allegato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here