L’approvazione e il deposito del bilancio

Il bilancio di esercizio è il documento contabile da redigersi al termine di ogni esercizio annuale. Deve rappresentare, con chiarezza e in modo veritiero e corretto, la situazione patrimoniale e finanziaria della società e il risultato economico dell’esercizio.

0
46
views

Deposito_Bilancio

L’atto costitutivo deve determinare il termine entro cui provvedere all’approvazione del bilancio, che dovrà comunque essere effettuata entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale. Tale termine potrà essere differito di altri 60 giorni (e quindi arrivare a 180 giorni), ma unicamente in due casi tassativamente definiti:

  • quando cioè la società deve provvedere anche alla stesura del Bilancio consolidato
  • quando particolari esigenze relative alla struttura e all’oggetto della società lo richiedono.

In quest’ultima ipotesi gli amministratori, dovranno indicare nella relazione sulla gestione ovvero in nota integrativa qualora la relazione possa non essere redatta (art. 2435 bis cod.civ.), le ragioni della dilazione.

Copia del bilancio di esercizio corredata dalla copia degli atti comprovanti la decisione dei soci (verbale di assemblea, consenso espresso per iscritto, consultazione scritta) che ha approvato il bilancio, e di regola, anche delle relazioni redatte dall’organo amministrativo e dagli organi di controllo se esistenti, deve essere depositata entro 30 giorni dall’approvazione a cura degli amministratori presso il competente registro imprese. Gli effetti della pubblicità legale nel registro delle imprese sono quelli della pubblicità dichiarativa (art. 2448 cod.civ.): il bilancio d’esercizio se non depositato,  non può essere opposto ai terzi da chi è obbligato a richiedere il deposito, a meno che questi non provi che i terzi ne abbiano avuto conoscenza.

La domanda di deposito dei bilanci e degli altri documenti previsti dall’art. 2435 cod.civ. deve essere eseguita per via telematica o su supporto informatico all’ufficio del registro delle imprese, dove potrà essere consultato da chiunque ne faccia richiesta. La Finanziaria 2004, ha introdotto la possibilità, per alcune tipologie di professionisti (quali ad esempio dottori commercialisti, periti commerciali iscritti nell’albo) muniti di firma digitale, di presentare al registro delle imprese, la domanda di deposito dei bilanci e degli altri documenti previsti dall’art.2435 cod.civ.. Con comunicato del Ministero dello Sviluppo Economico pubblicato in G.U. il 27 febbraio 2009, si è dato il via al deposito del bilancio delle società su formato elettronico elaborabile XBRL (acronimo di eXtensible Business Reporting Language), ovvero un formato che permette di personalizzare le informazioni economico-finanziarie contenute in un documento. Lo standard XBRL consente pertanto di poter effettuare analisi, trasformazioni e archiviazioni automatiche, consentendo una più efficiente diffusione delle informazioni finanziarie ed economiche. L’adozione di questo formato, reso obbligatorio a partire dai bilanci aventi data di chiusura successiva al 16/02/2009, non muta la procedura di deposito che continua ad attuarsi con le consuete fasi procedimentali (predisposizione della pratica, apposizione della firma digitale, e successivo invio all’ufficio del Registro delle Imprese di competenza).

Con la circolare n. 3668/C del 27 febbraio 2014, il MISE individua la modulistica basata sulle nuove istruzioni da seguire per l’iscrizione e il deposito degli atti nel registro imprese e REA, secondo le specifiche tecniche approvate con decreto il 18 ottobre 2013

Dunque a partire dal 1° aprile 2014 gli uffici del Registro delle imprese non potranno accettare le pratiche compilate attraverso i programmi informatici basati sulle precedenti specifiche tecniche.

L’obbligo di deposito del bilancio nasce dall’esigenza di adempiere ai doveri di informativa che le società di capitali hanno nei confronti dei terzi. Il bilancio delle società di capitali, infatti, ha la funzione di informare i soci, i creditori ed in genere tutti coloro che hanno rapporti con l’impresa sulle condizioni economiche, patrimoniali e finanziarie di essa.

Informazioni su alcuni particolari casi di deposito bilanci

Prossimo articoloParticolari casi di Deposito Bilancio
Sono un dottore commercialista appassionato di nuove tecnologie ed offro consulenza a liberi professionisti, imprenditori e società. Il mio lavoro non consiste solo nel gestire la contabilità e redigere le dichiarazioni dei redditi ma soprattutto prestare assistenza e fornire una soluzione ai problemi e ai dubbi che possono sorgere nell’amministrazione di un'azienda. Il mio intento è quello di aiutare coloro che vogliono intraprendere nuove attività imprenditoriali con entusiasmo e passione, la stessa che dedico al mio lavoro.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here