QUIR: stop all’anticipo del TFR in busta paga a partire da giugno

Il prossimo 30.06.2018 termina il periodo sperimentale di applicazione dell’anticipo in busta paga del TFR (QUIR)

0
24
views

Gentile cliente,

con la presente desideriamo informarLa che il prossimo 30.06.2018 termina il periodo sperimentale di applicazione dell’anticipo in busta paga del TFR (QUIR). Ci si riferisce, in particolare, alla possibilità per i lavoratori subordinati privati di percepire i ratei del TFR maturando in busta paga assoggettandolo a tassazione ordinaria. Hanno potuto accedere a tale opzione i lavoratori che hanno un rapporto di lavoro privato occupati da almeno sei mesi, fatta eccezione per i dipendenti del settore agricolo ed i lavoratori domestici.

Una volta esercitata l’opzione, il lavoratore ha ricevuto in busta paga (senza possibilità di revoca) la quota maturanda di TFR per il periodo dal 01.03.2015 al 30.06.2018. Considerate le difficoltà in cui potrebbero versare i datori di lavoro di minori dimensioni, il legislatore ha introdotto, specularmente, un finanziamento agevolato che garantisce la copertura delle somme anticipate al lavoratore.

Nel dettaglio, i datori di lavoro con meno di 50 dipendenti possono accedere alle prestazioni di un fondo di garanzia che copre le somme richieste dal datore di lavoro a copertura delle erogazioni di TFR.

Salvo proroghe, il regime opzionale potrà trovare applicazione fino al prossimo 30.06.2018: conseguentemente, dal mese di luglio 2018 troverà applicazione la disciplina ordinaria del TFR (le anticipazioni pertanto, potranno essere richieste solo nelle specifiche ipotesi previste dalla legge e dalla contrattazione collettiva).

Le novità non si esauriscono in quelle appena citate ma se ne riscontrano altre innumerevoli di cui daremo notizia all’interno della Circolare in allegato.

Download Allegato

Articolo precedenteLo scadenziario di Luglio 2018
Prossimo articolo5 per mille 2018: adempimenti in scadenza il prossimo 2 luglio 2018
Sono un dottore commercialista appassionato di nuove tecnologie ed offro consulenza a liberi professionisti, imprenditori e società. Il mio lavoro non consiste solo nel gestire la contabilità e redigere le dichiarazioni dei redditi ma soprattutto prestare assistenza e fornire una soluzione ai problemi e ai dubbi che possono sorgere nell’amministrazione di un'azienda. Il mio intento è quello di aiutare coloro che vogliono intraprendere nuove attività imprenditoriali con entusiasmo e passione, la stessa che dedico al mio lavoro.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here